La Governance

La Governance

IL PRESIDENTE

Il Presidente del Consorzio del Parco, scelto tra persone di comprovata capacità professionale nelle materie di interesse del Parco, è nominato con decreto del Ministro dell'Ambiente di concerto con il Ministro dello Sviluppo Economico, il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo d'intesa con il Presidente della Regione Autonoma della Sardegna.

Il Presidente permane in carica cinque anni e può essere rinominato per un solo ulteriore mandato. Ha la legale rappresentanza del Consorzio, compare in giudizio nei procedimenti giurisdizionali di qualsiasi natura e promuove le azioni e adotta i provvedimenti urgenti ed indifferibili per la tutela degli interessi dell'Ente.

La carica di Presidente del Consorzio del Parco Geominerario è incompatibile con qualsiasi carica politico-elettiva.

Dal 5 ottobre 2021 la carica è vacante.

 


IL DIRETTORE

Dott. Ciro Pignatelli

Il Direttore del Consorzio del Parco, scelto tra persone di sperimentata competenza ed esperienza maturata in incarichi dirigenziali espletati sia nel settore pubblico che privato, è nominato dal Consiglio Direttivo, con le modalità individuate dallo statuto e dura in carica cinque anni.

Il Direttore del Parco Geominerario è l'organo responsabile della gestione dell'Ente e risponde dell'esercizio delle sue attribuzioni al consiglio direttivo.

In qualità di capo della articolata struttura amministrativa, al Direttore spetta l'adozione degli atti e provvedimenti amministrativi e di diritto privato, compresi tutti gli atti che impegnano il consorzio verso l'esterno, nonché della gestione finanziaria, tecnica e amministrativa, avendo per la sua carica autonomi poteri di spesa, di organizzazione delle risorse umane, strumentali e di controllo.

Il Direttore è responsabile dell'attività del Parco, della sua gestione e dei relativi risultati perseguiti attraverso lo svolgimento dell'attività individuata dallo statuto.


IL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo del Consorzio del Parco è composto dal presidente del Consorzio del Parco che lo presiede e da dieci componenti

  • quattro in rappresentanza e su proposta dei Ministeri
  • tre in rappresentanza e su proposta della regione autonoma della Sardegna
  • tre in rappresentanza e su proposta dei comuni facenti parte della comunità del Parco

I componenti del Consiglio direttivo, scelti tra persone di comprovata esperienza professionale nelle materie di competenza del Parco, sono nominati con decreto del Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con i Ministri consorziati e d'intesa con il presidente della Regione Sardegna.

Il Consiglio Direttivo dura in carica cinque anni e i singoli componenti possono essere rinnovati per un solo ulteriore mandato.

Il Consiglio Direttivo, secondo quanto meglio specificato nello statuto:

  • predispone e adotta i regolamenti del Parco,
  • esercita le funzioni di indirizzo politico-amministrativo definendo gli obiettivi ed i programmi da attuare
  • delibera sugli atti rientranti tra tali funzioni
  • verifica la rispondenza dei risultati dell'attività amministrativa e della gestione agli indirizzi impartiti.

LA COMUNITA’ DEL PARCO

Sindaco di Iglesias, Sig. Mauro Usai

La Comunità del Parco è composta da un rappresentante di ogni ente o soggetto giuridico che aderisce al Parco. I componenti della Comunità del Parco durano in carica per un periodo corrispondente al mandato dell'ente di provenienza che li ha espressi e, in ogni caso, fino all'insediamento dei successori.

Compongono la Comunità 5 province, 86 Comuni e 2 Università. Comuni e Province sono rappresentate rispettivamente dal sindaco e dal presidente o da un loro delegato.

La Comunità del Parco svolge le funzioni deliberative, consultive e di indirizzo previste nello statuto.


IL COLLEGIO DEI REVISORI

Il Collegio dei revisori dei conti, nominato con decreto del Presidente della Giunta regionale della Sardegna, su proposta dell'Assessore regionale della difesa dell'Ambiente d'intesa con il Ministro dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare, è composto da:

  • un membro effettivo con funzioni di presidente designato dal Ministero dell'economia e delle finanze
  • un membro effettivo ed uno supplente designati dal presidente della Regione Sardegna
  • un membro effettivo ed uno supplente designati dall'assessore regionale della difesa dell'ambiente
  • Il collegio dei revisori dura in carica cinque anni

Il collegio dei revisori dei conti esercita il controllo contabile sugli atti del consorzio secondo le modalità stabilite nell'apposito regolamento di contabilità adottato dal consiglio direttivo secondo i principi contenuti nella legge 9 maggio 1989, n. 168, e secondo i principi di contabilità di Stato di cui alle relative leggi. I revisori dei conti devono essere iscritti nel relativo registro.


COMITATO TECNICO SCIENTIFICO

Il Comitato tecnico-scientifico ha funzioni propositive e consultive e dura in carica cinque anni. I componenti sono nominati con decreto del Presidente della Regione Sardegna, previa acquisizione in riferimento ai primi due esperti delle indicazioni fornite dalle Università di Cagliari e Sassari

E' composto dal Segretario regionale del Ministero dei Beni e Attività Culturali e del Turismo per la Sardegna e da quattro membri scelti tra docenti universitari ed esperti di sperimentata competenza nelle seguenti aree disciplinari:

  • Un esperto in materie geologico-minerarie e ambientali;
  • Un esperto in materie storico-archeologiche e museali;
  • Un esperto in materie economico sociali e di marketing territoriale

Il Comitato tecnico scientifico esprime parere obbligatorio sulle proposte pluriennali di investimento; sulla pianificazione strategica; sul piano economico-sociale di gestione; sul piano territoriale; sul Regolamento del Parco. Esprime, inoltre, parere su ogni altra questione afferente la gestione del Parco sottopostagli dal Presidente del Parco o dal Direttore.

ll Comitato tecnico-scientifico è convocato dal Presidente del Consorzio del Parco che ne coordina i lavori senza espressione di voto.